LE TUE LABBRA DOVREBBERO STARE AL LOUVRE

Labbra carnose, sottili, sorridenti, a cuore, arricciate, all’ingiù, rotonde, rosse, truccate …
Vogliamo dedicare queste righe alle labbra, al sorriso, alle smorfie nascoste dalle mascherine!

Siamo infatti fiduciosi che potremo tornare a sorridere liberamente, anche se per ora la mascherina è una protezione della quale è impensabile fare a meno!

Per avere labbra a prova di bacio sono importanti una detersione delicata e una idratazione mirata, infatti l’epitelio delle labbra ha delle caratteristiche specifiche, ben diverse dalla cute del volto.

Se nonostante le vostre cure e attenzioni lo specchio vi restituisce un’immagine che vi lascia insoddisfatti: labbra sottili, asimmetriche, non armoniche, tristi, è il momento di rivolgervi al vostro Dermatologo di fiducia che saprà consigliarvi i trattamenti più appropriati per un volto armonioso e sorridente.

Meglio resistere alla tentazione di portare la foto della vostra attrice preferita, il risultato migliore è infatti valorizzare i propri tratti mantenendo un aspetto naturale e armonico che enfatizzi la vostra unicità.

Se l’inestetismo delle labbra è legato a un difetto congenito come ad esempio nell’asimmetria delle labbra, nelle labbra sottili o irregolari, in tal caso anche i soggetti giovani possono ricorrere ai trattamenti estetici per armonizzare i tratti del volto. Per la correzione di questi inestetismi si utilizzano principalmente filler di acido ialuronico cross linkato in formulazioni specifiche per le labbra.

In alternativa si può utilizzare il lipofilling: viene prelevato del grasso da una sede corporea come l’addome e dopo opportuno trattamento viene reiniettato nella sede interessata per un risultato più duraturo.

Una tecnica iniettiva piuttosto nota è la Paris lip. Con questa tecnica viene rilasciato il riempitivo al limite tra cute e vermiglio.

Con la lip tenting invece si aumenta il volume di tutto il labbro con delle iniezioni trasversali di acido ialuronico. Altre tecniche prevedono l’infiltrazione lineare: viene rilasciata la sostanza iniettiva mano a mano si retrae l’ago o la tecnica seriale dove il materiale viene iniettato con più infiltrazioni.

A discrezione dello specialista può essere anche utilizzata una cannula in sostituzione dell’ago per rendere meno traumatica l’infiltrazione.

Molto più frequentemente le correzioni labiali sono legate all’invecchiamento con l’assottigliamento della cute o mucosa secca, labbra troppo sottili o “angoli all’ingiù”. Il vostro Specialista di fiducia saprà aiutarvi nel destreggiarvi tra tanti trattamenti diversi verso quelli indicati. Il “refresh lip” è un trattamento non riempitivo ma curativo, con effetto skinbooster per migliorare l’idratazione e la tonicità delle labbra. Il “filler lip volume” troverà indicazione qualora le vostre labbra siano particolarmente sottili e abbiano perso la definizione.

Ricordiamo inoltre che le procedure fin qui elencate prevedono l’impiego di un anestetico locale, solitamente lidocaina, che renderà il trattamento praticamente indolore.

Dopo le sedute possono comparire un lieve eritema ed edema delle zone trattate in alcuni casi qualche piccolo ematoma nel sito di iniezione che in 2/3 giorni di riassorbirà.

Se invece la vostra bocca non ne vuol sapere di sorridere e gli angoli si ostinano ad essere cadenti si può effettuare un piccolo intervento chirurgico: una piccola incisione, qualche punto di sutura e la vostra bocca tornerà a trasmettere buonumore!

Merita la nostra attenzione anche quella piccola porzione tra naso e labbro: l’arco di cupido, sembrerebbe infatti che la sua funzione sia solamente estetica.

Il lip-lift è un piccolo intervento che permette di sollevare il labbro superiore in maniera definitiva mettendo in risalto proprio il prolabio (arco di cupido). Tra le tecniche più recenti e innovative troviamo invece il rimodellamento del labbro effettuato con un nuovo filo elastico a due punte che non traumatizza i tessuti e si integra perfettamente nella cute.

Articolo di
Dott. Sebastian Laspina
Dott.ssa Silvia Codogno