ARTICOLI

ELIMINARE LE RUGHE DALLE FONDAMENTA

Per riacquistare la giovinezza perduta è vano tentare di agire sulla singola ruga: meglio ricostruire dall’interno i volumi del viso ormai svuotati

La mia idea di cura della bellezza è da sempre quella di non stravolgere i lineamenti, perché sono ciò che rendono unico il viso di ciascuno. Credo che il trattamento ottimale debba esaltare con estrema naturalezza la bellezza e la particolarità di ogni viso, con trattamenti sinergici “soft” volti a migliorare lo stato di benessere dell’intera struttura cutanea.

Fedele a questa idea quando visito delle pazienti che mi chiedono di assomigliare ad attrici famose rispondo di portarmi la loro foto di 10 anni prima: è lì che possiamo arrivare.

È come portare indietro l’orologio biologico, ottenendo un miglioramento progressivo e cumulativo nel tempo ma sempre nel rispetto della naturalezza dei lineamenti del volto. Per farlo dobbiamo considerare la pelle nella sua complessità: è restrittivo pensare di trattare unicamente la singola ruga. Se dovessimo fare un paragone, potremmo vedere la cute come una casa e il singolo inestetismo, la ruga, come il cedimento di una sua parte causato dalla mancanza di fondamenta solide.

Per ricostruirle, ovvero per ottenere un risultato importante e duraturo, occorre per prima cosa ridensificare la pelle: biostimolare ogni sua struttura, dal derma all’epidermide, per eliminare la causa stessa del cedimento e riparare, giorno dopo giorno, le rughe e i volumi svuotati. Questo avviene tramite trattamenti personalizzati sulle esigenze del paziente, che prevedono l’impiego di prodotti iniettivi ridensificanti, tecnologia laser e cosmeceutici specifici. Successivamente, qualora necessario, si andranno a fare trattamenti filler correttivi mirati al riempimento del singolo inestetismo. Perché è il giustomix che fa la differenza.

Tra i protocolli esistenti io ne ho scelto uno che si articola in due step. Il primo consiste nella preparazione della pelle: ogni sera per tre settimane la paziente deve applicare un prodotto specifico a base di retinolo o di acido glicolico al 15%.
Passato questo periodo, inizia il secondo step, la fase di ridensificazione cutanea che prevede tre sedute iniettive di un trattamento ridensificante contenente come ingredienti: acido ialuronico con tecnologia brevettata, un complesso di amminoacidi, zinco, rame,Vit. B6, antiossidanti e un altro complesso a base di zuccheri a basso peso molecolare specifici per la rigenerazione della pelle.

Ciascuna seduta è a tre settimane di distanza dalla precedente. Per amplificare ancora di più il risultato e fissarlo nel tempo, al termine del ciclo complessivo con il filler associo due sedute di laser frazionato ablativo o non ablativo, distanziate di 30 – 45 giorni l’una dall’altra.

Infine il trattamento prosegue a casa con l’applicazione di cosmeceutici domiciliari personalizzati, a base degli stessi ingredienti contenuti nelle sedute iniettive: un siero idratante da applicare mattina e sera, una crema dermo-ristrutturante giorno, un contorno occhi lifting antiborse e occhiaie e infine una crema attivatrice per la notte.

I risultati, ben visibili, soddisferanno anche la paziente più esigente.

del Dr. Sebastian Laspina, Medico Estetico

 

Principi attivi innovativi e cosmeceutici di ultima generazione: il segreto di giovinezza di Teoxane

Il protocollo suggerito dal Dott. Sebastian Laspina prevede l’utilizzo di prodotti TEOXANE Cosmeceuticals messi a punto dall’azienda TEOXANE. Per preparare la pelle, la scelta è caduta su Radiant Night Peel con acido glicolico al 15%. Il filler è invece Teosyal Puresense Redensity I a base di: RHA® Resilient Hyaluronic Acid, un acido ialuronico con tecnologia brevettata che crea un invisibile network idratante 3D capace di trattenere molecole di acqua in superficie riducendone così la perdita dagli strati profondi del derma.
Il Complesso Dermo Ristrutturante, è un mix di 7 amminoacidi essenziali, zinco, rame, vitamina B6 e potenti antiossidanti (tra cui il glutatione), capaci di riattivare il metabolismo del tessuto cutaneo e ridensificare i volumi del viso; NovHyal® Biotech-G, costituito da zuccheri “biomimetici” a basso peso molecolare (Glicoso Amminoglicani idrolizzati), capaci di “imitare” l’acido ialuronico cutaneo e riattivarne la produzione giornaliera. Infine, per il trattamento domiciliare si fa riferimento a RHA™ Serum, siero idratante da applicare mattina e sera, alla crema dermo-ristrutturante giorno Advanced Filler; al contorno occhi lifting anti-borse e occhiaie R[II] Eyes e infine alla crema attivatrice Perfect Skin Refiner per la notte.

 

 

FacebookTwitterPinterest
Eliminare le rughe dalle fondamenta